festa inizio scuola-9638-4 200x112

Una piazza della Libertà festosa e colorata da centinaia di bambini, genitori, cittadini, insegnanti delle scuole maceratesi, autorità scolastiche e istituzionali che al suono della campanella hanno festeggiato, sabato 30 settembre a Macerata, l’inizio dell’anno scolastico 2017/18.

La seconda edizione della Festa di Apertura dell’Anno Scolastico è l’evento centrale del Macerata School Festival 2017, apertosi a Macerata il 25 settembre, per iniziativa del Comune di Macerata insieme all’Università di Macerata e al Museo della Scuola “Paolo e Ornella Ricca”, in collaborazione con gli Istituti Comprensivi, i Nidi d’infanzia comunali, l’Isrec, e che si concluderà il 3 ottobre.

L’anno scolastico è un’occasione speciale: si torna a scuola perché a tutti è garantito il tempo di conoscere e crescere“ – ha detto la vice sindaco Stefania Monteverde. – “Non è sempre stato così e non lo è ancora in molte parti del mondo. Per questo dobbiamo fare festa insieme ai bambini, perché la scuola è un diritto e una responsabilità. A scuola cresce una società democratica, accessibile a tutti, tollerante, colta. Sono le nostre ricchezze. Vogliamo fare un rito collettivo e cittadino per sottolinearne il valore.”

festa inizio scuola-9594

La Festa di Apertura dell’Anno Scolastico ha coinvolto oltre trecento alunni delle scuole primarie e secondarie degli Istituti comprensivi della città. Un happening festoso, aperto al suono delle campanelle scolastiche e sulle note dell’Inno di Mameli e proseguito con canti e animazioni del Gruppo Scout di Macerata. Il giorno scelto è il più vicino al primo ottobre, San Remigio, che fino al 1977 era la data d’inizio della scuola ed è nel ricordo di tutti.

La festa si è svolta come un rito civile, che ha visto sul palco due leggii, uno alto e uno più basso, dove si sono alternati i discorsi degli adulti e quelli dei bambini in un dialogo tra generazioni sulla scuola. Sul palco sono intervenuti i rappresentanti delle istituzioni cittadine, il vice sindaco Stefania Monteverde per il Comune di Macerata, Anna Ascenzi docente per l’Università di Macerata, Luigi Ingrosso comandante dei Carabinieri di Macerata, Pierpaolo Patrizietti comandante dei Vigili del Fuoco, il maestro Ivano Palmucci in rappresentanza del mondo della scuola e i bambini e le bambine degli Istituti comprensivi presenti. Al centro degli interventi i temi della scuola, il diritto a scuole sicure e belle, il valore della legalità e della tolleranza, la città delle bambine e dei bambini, il ricordo del sisma e la responsabilità della ricostruzione.

Un momento toccante è stata la consegna delle donazioni raccolte con la campagna di solidarietà Macerata Vicina, lanciata dal Comune all’indomani del sisma del 2016. Durante l’anno sono state raccolte donazioni per la ricostruzione della scuola di Gualdo, che sono state già consegnate, e donazioni per le scuole di Macerata molto colpite dal sisma di ottobre. L’assessore Stefania Monteverde ha consegnato alle dirigenti scolastiche degli Istituti Comprensivi, accompagnate dai bambini, 18.000 euro con l’invito a rendere migliore uno spazio della scuola. A maggio gli spazi modificati grazie alle donazioni saranno raccontati sul sito web del Comune.

festa inizio scuola-9564

“Ringrazio a nome della città quanti hanno donato con generosità e solidarietà verso la scuola: aziende, associazioni, privati. Voglio anche lanciare un invito alla cittadinanza: diventate mecenati delle scuole. MacerataVicina ha un conto corrente aperto con Banca Etica che può continuare a raccogliere donazioni che saranno distribuite alle scuole alla prossima Festa d’Inizio Anno. È un modo per continuare a sostenere la vita delle scuole”, ha detto il vicesindaco.

La formula di rito, accompagnata dal suono della campanella, “Al termine delle celebrazioni per la festa di San Remigio, pronti per questo bel viaggio che ci attende, dichiariamo ufficialmente aperto l’anno scolastico 2017-2018” ha quindi concluso l’intensa mattinata di festeggiamenti.

In 300 in piazza per salutare il nuovo anno scolastico